IPERTENSIONE E TAREG

 

 

Dottore, ho 40 anni e dal mese scorso mi sono iscritto al corso per conseguire il brevetto FIPSAS di primo livello ed iniziare l’attività

subacquea che da sempre mi affascina e che finalmente sono riuscito ad approcciare in quanto precedentemente non ne ho mai trovato il tempo.

Da marzo ’07 assumo giornalmente 1 cps di TAREG 160 per regolare la pressione circolatoria che mi era stata trovata un po

alta ( 150/90 ) durante un check-up di routine e dopo gli accertamenti adeguati e visita cardiologica.

Alla visita medico-sportiva,fatta adesso , non mi hanno dato l’abilitazione perchè mi hanno nuovamente rsicontrato la

pressione alta ( 140/90 a riposo e 180/100 sotto sforzo ) , pur non ricontrando problemi cardiologici di nessun tipo.

(La mia è una ipertensione essenziale )

In conclusione, mi hanno rimandato fra una decina di giorni il controllo in cui devo, dal mio medico curante, fare un diario

della pressione per 10 gg misurandola alla stessa ora e , in seguito andare dal mio cardiologo per una eventuale modifica

della prescrizione del farmaco.

Volevo sapere se questo mio problema di pressione potrà impedirmi di fare attività subacquea e quali sono i problemi che

potrei avere praticando questo sport e anche se il TAREG può essere incompatibile ( Per eventualmente cambiare terapia ).

Grazie e a risentirci.

A.


Dr. Carlo Oggioni
E-mail: <cs.oggioni@tiscali.it>

 

 

        Caro A.,

 

    ti ringrazio per la domanda.

 

    Il TAREG (Valsartan) è un antagonista dei recettori della Angiotensina II; appartiene alla famiglia dei sartani, farmaci molto usati per la terapia della Ipertensione.  Non mi risultano controindicazioni alla attività sub con l'uso di questo farmaco.

 

    Detto questo, poichè Tu scrivi chiaramente che non ci sono per Te problemi cardiologici, mentre i valori della Pressione sono più che accettabili, non riesco proprio a capire per quali motivi ti stiano facendo difficoltà per la concessione della abilitazione.

 

    Per tua tranquillità, ti riferisco la mia condizione di Iperteso: ho la veneranda età di 73 anni; pratico attività sub ininterrrottamente dal 1962; sono in terapia con Irbesartan (analogo al Valsartan) da almeno due anni, senza aver avuto il minimo problema sia all'asciutto che sott'acqua.  Inoltre, sicuramente il mio cuore non ha più le caratteristiche del tuo di 40 anni!  Ti basta?

 

    Quindi se sei in buona salute ed hai un buon livello di performance fisica, non mi preoccuperei.

 

    Per cortesia, mi farebbe piacere una tua risposta.

 

    Ti faccio tantissimi auguri per il tuo Brevetto.                       zio CarlO

 


Dottore,

avendomi riscontrato 140/90, mi hanno detto che la minima è troppo alta e che quindi probabilmente dovrò rivedere la terapia attuale con il mio cardiologo.

Secondo me credo che sia un modo per scaricarsi della responsabilità e quindi declinare al mio cardiologo la decisione di consigliarmi o no di fare Subacquea ...

Al momento le mie performance fisiche non sono comunque delle migliori , ma credo che continuando ad allenarmi in piscina, sia soltanto questione di tempo per ottenere dei risultati passabili.

Ti ringrazio moltissimo della risposta, anche perchè stavo già quasi perdendo le speranze di poter continuare ad imparare a fare subacquea.

 A.